Esempio di serramenti in Alluminio a Paratico tra Brescia e Bergamo sul lago d'Iseo
Facciate continue a Capriolo vicino a Bergamo e Brescia
Serramenti in alluminio e facciate continue
cura artigianale e risparmio energetico
Detrazioni fiscali per installazione serramenti

Detrazione fiscale 65%

Tutto quello che c'è da sapere sulla detrazione fiscale del 65% per la sostituzione degli infissi

1. Entrata in vigore
Il DL n. 63 del 4 giugno 2013 “Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE, sulla prestazione energetica nell'edilizia, nonché altre disposizioni in materia di coesione sociale”, ha innalzato la percentuale di detrazione dal 55% al 65%. L'agevolazione del 65% ha avuto inizio il giorno 6 Giugno 2013 e terminerà il 31 Dicembre 2013 per i privati ed il 30 Giugno 2014 per interventi sulle parti comuni dei condomini o su tutte le unità immobiliari del condominio.

2. Gli edifici interessati
L'agevolazione interessa i fabbricati esistenti di tutte le categorie catastali (anche rurali) compresi quelli strumentali. Sono esclusi, quindi, gli interventi effettuati durante la costruzione dell'immobile.
Per tutti gli interventi agevolabili l'edificio deve essere già dotato di impianto di riscaldamento, anche negli ambienti interessati dall'intervento. In caso di ristrutturazioni con demolizione e ricostruzione, si può usufruire della detrazione solo nel caso di fedele ricostruzione; sono, quindi, esclusi gli interventi di ampliamento.

3. I soggetti interessati
Sono ammessi all'agevolazione:
  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;
  • i contribuenti che conseguono reddito d'impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
  • le associazioni tra professionisti;
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.
Tra le persone fisiche, possono fruire dell'agevolazione anche:
  • i titolari di un diritto reale sull'immobile;
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali;
  • gli inquilini;
  • chi detiene l'immobile in comodato.
Sono ammessi a fruire della detrazione anche i familiari (coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado), conviventi con il possessore o detentore dell'immobile oggetto dell'intervento, che sostengono le spese per la realizzazione dei lavori eseguiti sugli immobili nei quali si verifica la convivenza.

4. Sostituzione di infissi
È detraibile il 65% delle spese sostenute per interventi sull'involucro dell'edificio, riguardanti le finestre, comprensive di infissi. Le spese detraibili sono quelle per:
  • fornitura e posa in opera di nuove finestre comprensive di infissi;
  • integrazioni e sostituzioni dei componenti vetrati esistenti e di componenti accessorie (scuri e persiane);
  • demolizione e ricostruzione degli elementi costruttivi.
La detrazione si applica anche alla sostituzione dei portoni di ingresso, a condizione che sia certificato che il portone da sostituire presenta le caratteristiche proprie di una finestra o di una portafinestra e consenta il conseguimento degli indici di risparmio energetico richiesti per le strutture trasparenti (Risoluzione 475/E del 9/12/2008 Agenzia delle Entrate).
Non è agevolabile invece la sostituzione della porta del box auto adiacente all'abitazione, se non riscaldato; condizione indispensabile per accedere al bonus è che il locale sia riscaldato.

5. Valori Uw da rispettare (comprensivi del contributo di persiane e tapparelle)

Zona Climatica Valore limite Uw per 65%
A 3,7
B 2,4
C 2,1
D 2,0
E 1,8
F 1,6

La Lombardia è collocata nella zona E.

6. Tetto massimo della detrazione
Il tetto massimo di detrazione è fissato in € 60.000,00, pari al 65% di €92.307,96 di spesa sostenuta. Il tetto massimo è riferito a ciascun fabbricato, anche se esso non costituisce una autonoma entità catastale (Risoluzione n. 365/E del 12 dicembre 2007 dell'Agenzia delle Entrate). La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

7. I dati da trasmettere all'ENEA
Entro 90 giorni dalla fine dei lavori, bisogna trasmettere la scheda informativa all'ENEA attraverso il sito internet www.acs.enea.it, ottenendo ricevuta informatica. Nel caso di interventi per i quali non è previsto il collaudo, come la sostituzione di finestre, la data di fine lavori può essere provata con altra documentazione emessa da chi ha eseguito i lavori o dal tecnico che compila la scheda informativa; non è invece ammessa l'autodichiarazione del contribuente (Circolare 21/E 23 aprile 2010 dell'Agenzia delle Entrate).

8. Cosa fare all'atto pratico
Per i contribuenti persone fisiche, non titolari di reddito d'impresa (persone fisiche, enti non commerciali, esercenti arti e professioni), sono detraibili le spese pagate mediante bonifico bancario o postale entro il 31 dicembre 2013. Nel bonifico vanno indicati: la causale del versamento; il codice fiscale del beneficiario della detrazione; il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico (professionista o impresa che ha effettuato i lavori). Per i soggetti titolari di reddito d'impresa, per i quali i lavori ineriscono all'esercizio dell'attività commerciale, la detrazione è riconosciuta in relazione alle spese imputabili ai vari periodi d'imposta, fino a quello in corso al 31 dicembre 2013. I contribuenti titolari di reddito di impresa sono esonerati dall'obbligo di pagamento mediante bonifico bancario o postale.

9. Documenti da conservare
Nel caso di sostituzione di infissi, tutti i soggetti che intendono avvalersi del beneficio devono conservare la seguente documentazione:
  • il certificato di asseverazione redatto da un tecnico abilitato (o le schede rilasciate dal fabbricante);
  • la ricevuta di invio tramite internet della scheda informativa;
  • la ricevuta del bonifico bancario o postale (i soggetti non titolari di reddito d'impresa);
  • le fatture e le ricevute fiscali che comprovano le spese sostenute.

10. Cumulabilità
La detrazione d'imposta del 65% non è cumulabile con altre agevolazioni previste per gli stessi interventi (come, ad esempio, la detrazione del 36%/50% per il recupero del patrimonio edilizio).

Torna ai servizi
Muratori Gianfranco & C. S.n.c.
Tel (+39) 030 7460 468
Fax (+39) 030 7465 294
Mail: info@muratoriserramenti.it
P.IVA e C.F.: 03053910174
muratoriserramenti.it © 2014



Realizzato da Giovanni Terzi - Portfolio